Barattoli per il sottovuoto: Come funzionano e cosa si può conservare?

Che cos’è il sottovuoto

Il sottovuoto è una tecnica finalizzata all’eliminazione dell’ossigeno dal contenitore pieno di alimenti, così da garantirne una conservazione duratura e sicura anche per lunghi periodi. Questa tecnica prevede che le proprietà organolettiche degli alimenti vengano mantenute intatte per periodi molto lunghi.

Ad oggi esistono moltissimi metodi di conservazione dei cibi sottovuoto, dai sacchetti ad appositi contenitori o barattoli. Il metodo più classico e maggiormente usato, comunque, rimane quello della conservazione di determinati cibi, soprattutto conserve, all’interno di contenitori di vetro. L’aspirazione dell’aria è semplice e basta avere una buona macchina sottovuoto. Vediamo come funziona..

Conservare gli alimenti sottovuoto

Conservare alimenti sottovuoto è un’operazione che permette di conservare alcuni cibi per lunghi periodi e soprattutto di cucinarne in grande quantità senza sprechi; marmellate, confetture o conserve di pomodori rappresentano il modo più classico di conservare il cibo per lunghi periodi.

Nonostante questo tipo di operazione sia utilissima è comunque necessario prestare molta attenzione al sottovuoto dei barattoli, in modo da evitare che questi si rovinino comunque; vediamo, quindi, quali sono i metodi per garantire un sottovuoto perfetto. I seguenti consigli ci son stati gentilmente forniti dal sito di recensioni macchinasottovuoto.eu , il portale di riferimento italiano per la conservazione sottovuoto.

Sterilizzazione

Il primo passo da compiere è senza dubbio la sterilizzazione del i barattoli, operazione che necessita di moltissima cura. A questo proposito esistono molte tecniche diverse tra le quali scegliere. Il primo metodo è quello della sterilizzazione in pentola, senza dubbio il metodo più classico; questo metodo prevede di far bollire i barattoli in una pentola piena d’acqua per circa trenta minuti.

Altro metodo efficace è quello di sterilizzare i barattoli in forno a 100° per circa cinque minuti; questo metodo è sicuramente più veloce rispetto al precedente ed altrettanto efficace. In alternativa è possibile procedere alla sterilizzazione usando il forno a microonde. In questo caso sarà sufficiente porre i vasetti nel microonde dopo averli riempiti per metà con acqua; una volta che l’acqua avrà raggiunto la temperatura di ebollizione, questi dovranno essere tappati e capovolti in modo tale che l’acqua bollente sterilizzi anche i tappi.

Come riempire correttamente i barattoli

Una volta preparata la conserva, è necessario procedere al riempimento dei barattoli, avendo però cura di lasciare un margine di almeno un centimetro tra l’orlo e il tappo. E’ fondamentale che gli alimenti inseriti nel barattolo siano ancora molto caldi, così da non compromettere l’intera operazione.

Bollitura dei barattoli

In una pentola molto capiente, è necessario porre uno straccio adagiato sul fondo, ponendoci sopra, con molta cura i barattoli già riempiti e tappati; a questo punto sarà necessario riempire la pentola di acqua fredda fino a coprire completamente i barattoli.

Dal momento in cui l’acqua inizia a sobbollire, quindi, sarà necessario attendere 20 minuti; trascorso questo tempo è opportuno lasciare intiepidire il tutto prima di estrarre i barattoli.
A questo punto i barattoli dovrebbero essere sottovuoto; per verificare che questo sia corretto è necessario fare pressione al centro del tappo verificando che questo sia ben fermo e non ci siano avvallamenti.

Il metodo veloce per ottenere il sottovuoto

Soprattutto per quanto riguarda le marmellate o le confetture, esiste un metodo assai più veloce per ottenere il sottovuoto. Questo metodo consiste, sostanzialmente nel capovolgere l barattolo appena riempito con la marmellata molto calda, mantenendo i barattoli in questa posizione, infatti, il calore permetterà di creare il sottovuoto in modo semplice e veloce.

Alimenti da conservare sottovuoto con i barattoli

Confetture e marmellate sono, con tutta probabilità, gli alimenti che più frequentemente vengono conservati in barattoli sottovuoto. Per prepararle è sufficiente far bollire la frutta scelta con lo zucchero gelificante; una volta preparate verranno facilmente conservate in barattoli sottovuoto per lungi periodi.

Oltre alle marmellate esistono molti cibi da poter conservare in vetro, così da averli a disposizione per tutto l’anno. Le verdure sottaceto, ad esempio sono ottime da conservare in barattoli sottovuoto. Pomodori, cetrioli e zucchine si prestano a questo tipo di conservazione.

Le verdure grigliate come peperoni o melanzane si conservano perfettamente sottolio accompagnate da erbe aromatiche e spezie. La classica conserva di pomodori, inoltre, è uno dei metodi più classici ed usati per la conservazione dei cibi in vetro.

Sono comunque numerosissimi i cibi da poter conservare grazie a queste tecniche, dai legumi ai fungi, infatti, praticamente ogni tipo di frutta e verdura può essere cotta preventivamente e conservata in barattoli sottovuoto.

Discorso analogo riguarda anche eventuali sughi da poter preparare in grandi quantità per essere poi conservati per lunghi periodi. Ne è un esempio il ragù; preparato e invasettato ancora bollente, infatti, è possibile conservarlo a lungo. In questo caso per creare il sottovuoto all’interno del barattolo sarà sufficiente capovolgere il contenitore quando il prodotto è ancora molto caldo in modo da garantirne la giusta conservazione.

Leave a Comment