Quale misuratore di pressione acquistare? Guida e consigli esperti

Misurare la pressione è una buona abitudine utile a fare prevenzione per le patologie cardiovascolari e ai fattori di stress e ansia.

Chi soffre di alcune malattie croniche misura la pressione regolarmente e tiene una sorta di diario per monitorarne l’andamento. Avere questo presidio in casa è importante per risolvere un eventuale malessere rapidamente e senza preoccupazioni. Non è necessario quindi recarsi sempre in farmacia o dal medico, si può acquistare un apparecchio e fare la misurazione in totale autonomia. Importante è conoscere bene le diverse tipologie presenti in commercio, sapere come funzionano e scegliere quella il misuratore più adatto alle proprie esigenze. Descriviamo, qui di seguito, i vari tipi di misuratori di pressione disponibili in commercio.

Misuratore di pressione a mercurio e misuratore aneroide

Tecnicamente si chiama sfigmomanometro e quello a mercurio, in particolare, è il più antico. Il misuratore ha le cuffie rigide che terminano con la cassa acustica in metallo, un bracciale a strappo che si gonfia tramite una pompetta che ha la colonnina graduata a mercurio.

Per prendere il valore della pressione, il paziente dovrà essere seduto e rilassato, non deve essere in uno stato di agitazione o in posizione tesa. A questo punto si aggancia il bracciale a strappo regolandone il diametro in funzione del braccio e, tra il bracciale e le arterie, si posiziona bene la cassa acustica. Messe le cuffie alle orecchie si verifica se si sente il battito per capire se la cassa acustica sia ben posizionata, solo allora si potrà iniziare a schiacciare ripetutamente la pompetta che fa gonfiare il bracciale.

Si inizia a schiacciare la pompetta fino a che non si sente più il battito cardiaco e si avvia la misurazione aprendo la valvolina a rotella, uscirà dell’aria e bisognerà aguzzare l’udito: il primo battito è il valore della pressione massima mentre l’ultimo è la minima. Questo strumento, seppur molto attendibile, è ormai desueto anche dai sanitari perché è stato sostituito dallo sfigmomanometro aneroide. Il mercurio è una sostanza tossica e pericolosa ed è stata eliminata anche dai termometri per la misurazione della temperatura corporea. Il misuratore di pressione aneroide ha le stesse componenti e la stessa forma di quello al mercurio ma, al posto della colonnina graduata, ha un manometro con ago mobile sulla quale è posta la scala dei valori.

Lo sfigmomanometro aneroide, seppur apparentemente arcaico e complesso, resta il più preciso e attendibile. Probabilmente non è una soluzione molto pratica da tenere in casa perché chi rileva i valori deve avere un minimo di esperienza nel riconoscere ad orecchio i battiti ma, dopo qualche misurazione, diventerà sicuramente più semplice da interpretare.

Misuratore di pressione elettronico

Anche denominato sfigmomanometro da polso, è un misuratore elettronico figlio della modernità. Il dispositivo è molto compatto e pratico, facile da usare ed occupa poco spazio. Ha un bracciale che si ferma al polso perché è da lì che rileva la misurazione utilizzando quindi vene molto più sottili rispetto a quelle presenti al braccio. Sul bracciale è agganciata una scatolina in metallo e plastica con un grande display digitale, basta avviarlo e fa tutto solo. Sul display elettronico del dispositivo resteranno i valori della pressione massima e minima rilevati con cifre grandi facili da leggere. Questi strumenti possono tenere in memoria un tot di misurazioni, sono pratici ma spesso inaffidabili.

Le vene poste sul braccio sono più grosse e garantiscono una rilevazione più attendibile. Non viene mai utilizzato dai medici in quanto, su pazienti fumatori, cardiopatici o soggetti ipertesi risulta davvero inattendibile. Questo strumento è più utile agli sportivi che vogliono tenere monitorato il battito o come strumento sanitario da tenere in casa e da utilizzare all’occorrenza. Per rendere più attendibile il dato misurato da questo dispositivo elettronico, gli stessi medici consigliano di ripetere per tre volte la rilevazione. In ogni caso, quando si acquista uno strumento di questo tipo, si consiglia di orientarsi verso marchi leader nel settore a garanzia della qualità

Quale conviene acquistare?

Quando si sceglie quale acquistare bisogna anzitutto valutare a cosa serve questo strumento. Se si vuole semplicemente dotarsi di tutti i dispositivi utili per la nostra salute senza dover ricorrere sempre all’ausilio di farmacia e sanitari, lo sfigmomanometro da polso può essere una buona scelta. Esistono poi diversi tipi di misuratori elettronici che si differenziano per qualità, prezzo e affidabilità, anche in questo la scelta deve essere orientata in funzione delle proprie esigenze e tasche. Se, al contrario, lo strumento serve per monitorare soggetti con pregresse patologie, è preferibile acquistare il misuratore di pressione aneroide che resta più attendibile e affidabile.

Leave a Comment